Responsive image

Pinqua(Programma Innovativo Nazionale per La Qualità dell’Abitare)

Le due proposte progettuali sono state ammesse a finanziamento dal ministero delle Infrastrutture e Trasporti nell’ambito del Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare (Pinqua) per un importo complessivo di circa 30 milioni di euro, poi confluito nel PNRR.

LA FINALITÀ DEI PROGETTI

I due progetti presentati puntano a ridisegnare il volto della frazione di Ponte San Giovanni in passato oggetto di una eccessiva cementificazione, attraverso la demolizione del superfluo e la rifunzionalizzazione dell’esistente, in un’ottica di estrema attenzione rivolta al decoro ed alla vivibilità e fruibilità. Sono, infatti, previsti tra gli altri interventi sul verde pubblico, sull’edilizia scolastica, sulla socialità, sulle infrastrutture viarie e sulla cultura, con valorizzazione dei siti archeologici etruschi (ipogeo dei Volumni e necropoli del Palazzone). Al termine verrà restituito ai cittadini un quartiere diverso, rinnovato nelle caratteristiche e nelle funzioni. Un luogo profondamente collegato al concetto di sostenibilità, un biglietto da visita dalla spiccata vocazione multifunzionale perché situato in una delle direttrici d’accesso alla città.

i progetti

Il Pinqua 1 è definito “PS5G”, perché punta a ridisegnare una Ponte San Giovanni basata su 5 aggettivi che iniziano con la lettera S (esse): Sostenibile, Sociale, Smart, Sperimentale, Salubre). Gli interventi si dividono in tre grandi categorie e sono tutti incentrati nell’area del quartiere che insiste lungo via Adriatica in direzione di Balanzano e Piscille/Prepo
IMPORTO TOTALE INTERVENTO 22.796.679,24 euro
RISORSE: 14.999.984,89 FINANZIAMENTO PINQUA, 5.705.877,53 cofinanziamenti pubblici (Comune di Perugia, Ater, Direzione regionale musei dell’Umbria); 2.090.816,82 fondo opere indifferibili
TERMINE LAVORI: 2026
    • Responsive image
      RIQUALIFICAZIONE AREA EX PALAZZETTI
      E’ previsto il recupero (soggetto attuatore Ater Umbria) dell’intero complesso immobiliare abbandonato di Ponte San Giovanni (ex Palazzetti Margaritelli) di circa 26.000 mq, per trasformarlo, in senso radicale, da ecomostro ad ecoquartiere. Il progetto prevede, infatti, una serie di demolizioni preliminari, sia parziali che integrali (totale nel caso dell’edificio lungo via Adriatica, di cui l’impronta a terra viene restituita come area verde e parziali per tutti gli altri edifici) con significativa riduzione della cubatura esistente.Al termine, negli immobili e negli spazi riqualificati, vi saranno condomini residenziali, attività commerciali (piano terra), strutture per attività sociali (un asilo nido ed un centro per anziani), ampie aree pedonali, piste ciclabili.
    • Responsive image
      VALORIZZAZIONE AREE ARCHEOLOGICHE VOLUMNI E PALAZZONE
      E’ prevista la valorizzazione dei siti museali ed archeologici delle necropoli etrusche dei Volumni e del Palazzone. L’intervento prevede una riqualificazione delle aree d’ingresso al complesso dell’ipogeo dei Volumni ed una migliore riconnessione con la città (marciapiedi, accessi, parcheggi), rifunzionalizzazione degli spazi interni, miglioramento dell’accessibilità, restauri delle urne e dell’ipogeo, nuova illuminazione, segnaletica ed arredi. Gli ampi spazi del deposito di Palazzone saranno attrezzati con aule per studio, biblioteca e attività laboratoriali per scuole e famiglie.
    • Responsive image
      IMPIANTO FOTOVOLTAICO – recupero area ex De Megni
      L’intervento, a cura del privato Pac2000Conad, prevede la realizzazione di un impianto fotovoltaico con pannelli installati sulle pensiline del parcheggio del supermercato Conad. La superficie complessiva coperta da pannelli sarà di 900metri quadri. Tale impianto sarà messo a disposizione della comunità energetica rinnovabile. Oltre alla produzione di energia pulita, con un intervento futuro, il privato ha manifestato l’interesse ad intervenire sul comparto ex De Megni per creare una piazza commerciale con un parcheggio interrato
  • Il Pinqua 2, denominato “Ponte San Giovanni da periferia a città” riguarda l’area centrale della frazione (via Cestellini e strade limitrofe) con un insieme di interventi sinergici di edilizia scolastica, sociale e sicurezza, con consumo di suolo “zero” e recupero del patrimonio edilizio esistente, inquadrato in un percorso di sostenibilità energetica, mobilità dolce e miglioramento della accessibilità.
    IMPORTO TOTALE INTERVENTO 17.907.194,66
    RISORSE: 14.848.772,71 FINANZIAMENTO PINQUA, 789.093,59 cofinanziamenti pubblici (Comune di Perugia, Ater. Direzione regionale musei dell’Umbria), 2.269.328,36 fondo opere indifferibili.
    TERMINE LAVORI: 2026
    • Responsive image
      Recupero degli alloggi comunali
      Si tratta di 39 alloggi di edilizia residenziale pubblica, distribuiti in tre complessi immobiliari (condomini misti situati in via Manzoni 195, via Quintina 69 e via Grieco 60), per i quali è prevista la riqualificazione energetica e del confort abitativo
    • Responsive image
      Recupero alloggi Ater di via Cestellini e di via Monacchia
      Recupero e riqualificazione energetica del complesso Ater di via Cestellini (civici 21, 23, 25 e 27 per un totale di 50 appartamenti) e del complesso Ater di via Monacchia(59 appartamenti).
    • Responsive image
      riqualificazione energetica del CVA
      Recupero (risanamento conservativo e adeguamento normativo) e riqualificazione energetica del CVA
    • Responsive image
      Asse delle centralità
      Nuova piazza, percorso pedonale di via Cestellini; nuova sistemazione parcheggio palazzetto sport: a) è prevista la realizzazione di una pista ciclabile e di un nuovo marciapiede (ampio al fine di ospitare arredi urbani e verde); b) realizzazione di una innovativa piazza di 1200 mq collocata in mezzo al verde per concerti, incontri ed eventi collettivi, spazi per sport, area giochi, spazi per anziani. Spostamento temporaneo del mercato nell’area della piscina.
    • Responsive image
      Scuola primaria Mazzini
      Recupero, efficientamento energetico: a) risanamento conservativo, miglioramento sismico, adeguamento normativo ed efficientamento energetico dell’edificio scuola; b) risanamento conservativo ed adeguamento normativo dell’edificio palestra
    • Responsive image
      Nuovo centro Civico
      realizzazione pensilina e installazione pannelli fotovoltaici in copertura: l’intervento in progetto prevede in particolare la realizzazione di una pensilina metallica – quale elemento con valenza funzionale e architettonica – a copertura della corte antistante il nuovo Centro Civico di Ponte San Giovanni; è altresì previsto l’efficientamento energetico di tutto l’edificio mediante l’installazione di pannelli fotovoltaici sia sulla copertura della pensilina, sia su parte di quella del Centro Civico stesso
    • Responsive image
      Riqualificazione e valorizzazione delle aree verdi e mobilità sostenibile
      a) parco Pascoletti (riqualificazione ingressi, percorsi ed arredi, aree ludiche, area soft fitness, aree ristoro); b) area giochi Ponte Land (riqualificazione ingressi, percorsi pedonali e ciclopedonali, area skate, area soft fitness, campo da basket, area di sosta, aree per cani); c) Area verde adiacente a piazza Bellini: nuova area giochi, rifacimento marciapiedi e pavimentazione. Previsto anche un nuovo percorso interno e due nuove aree giochi. D) Area verde tra via della Scuola e via Luciano Venanti, area verde tra via Tersilio Paris e via Luciano Venanti, area verde tra via Adriatica e via Giacomo Brodolini: interventi sulla vegetazione e sul rinnovo degli arredi. In via Volumnia riqualificazione del marciapiede e rifacimento della pavimentazione.
    • Responsive image
      Piste ciclopedonali
      prevede la creazione di nuovi tratti di piste ciclabili (attualmente non presenti dentro la frazione di Ponte San Giovanni) che si collegheranno con la pista esistente lungo il fiume Tevere e con quella della zona industriale(via Benucci) creando una rete connessa alternativa a quella stradale ordinaria.
    • Responsive image
      Accessibilità alla stazione ferroviaria (dall’asse di Via Cestellini)
      Si prevede la realizzazione di un ascensore pubblico e di una scala accoppiati in modo da rendere possibile ai pedoni il superamento del dislivello (inteso anche come barriera architettonica) tra via Manzoni e via Nino Bixio, mettendo in diretto collegamento la stazione ferroviaria con l’asse centrale di via Cestellini. Il percorso, composto da rampe e pianerottoli alternati tra loro, sarà protetto dagli agenti atmosferici mediante una copertura in fotovoltaico vetro-vetro
  • Altri Interventi

    • Responsive image
      Pubblica Illuminazione
      si prevede di sostituire i sostegni corrosi che si trovano dentro le proprietà private, interrare le campate in dispersione e realizzare l’impianto in classe 2, nelle seguenti vie: via Mario Bochi - via del Canto - via della Vela - via Giacanelli - via della Rete - via della Lancia. Inoltre si prevede l’installazione di corpi illuminanti dedicati per gli attraversamenti stradali nei pressi di via della Scuola, via Cestellini e le vie limitrofe di accesso ai parchi/aree verdi.
    • Responsive image
      Sistemi di videosorveglianza
      installazione di circa 20 telecamere in fibra ottica estremamente performanti
    • Responsive image
      Sistemi di connessione WiFi
      potenziamento dei cosiddetti “punti di accesso”, con l’obiettivo di creare un’unica area Wifi coperta con connessioni in fibra ottica su tutta la zona oggetto dell’intervento “Pinqua”
    • Responsive image
      Nell’ambito del progetto di potenziamento del sistema di raccolta differenziata, che porterà all’introduzione del sistema porta a porta in tutta Ponte San Giovanni, è prevista l’installazione di 12 ecoisole informatizzate ad accesso controllato ad uso esclusivo dei condomini con più di 15 unità abitative, per la raccolta del rifiuto secco residuo, carta, multimateriale leggero ed organico
    • Responsive image
      Riqualificazione a cura del privato del complesso ex Ponte con riduzione delle cubature e delle altezze con mix residenziale, commerciale e direzionale. Realizzazione nuovo parco pubblico (un ettaro) che costeggia il fiume Tevere, con all’interno percorsi pedonali e ciclabili che si riconnettono agli altri esistenti nel quartiere. Nuova rotatoria su via Manzoni in asse con via della scuola. Nuova piazza pedonale che si affaccia su via Manzoni per costituire una cerniera col nuovo parco urbano.

Videogallery

Luoghi degli interventi